Come migliorare se stessi per ottenere i propri obiettivi, dove trovare la motivazione per superare gli ostacoli e come ottenere il cambiamento?

Tutti noi cambiamo, in continuazione: il tempo ci cambia e anche le compagnie, la stanchezza, il dolore possono cambiarci.

Il punto è che questo non è cambiare, questo è lasciarsi cambiare dalle circostanze della vita.

Cambiare davvero significa invece farlo in maniera consapevole, guidare il proprio cambiamento. Cambiare consapevolmente vuol dire diventare proprio la persona che occorre essere per raggiungere i propri obiettivi.

 

Non si trasforma la propria vita senza trasformare se stessi. (Simone de Beauvoir)

Cosa ti serve per guidare consapevolmente il tuo cambiamento?

Una trasformazione di sé autentica e profonda implica:

  1. Visione
  2. Consapevolezza
  3. Motivazione
  1. Il presupposto essenziale è avere la visione dell’obiettivo che si vuole raggiungere: l’obiettivo è ciò che segna la direzione per il cambiamento.
  2. Occorre analizzare ed avere chiaro che cosa nel proprio modo di essere e di fare ostacola il raggiungimento del proprio obiettivo.
  3. Cambiare costa fatica e rende necessaria una forte motivazione. Dove cercarla? Prova a sperimentare quanto consiglia S.Covey (https://it.wikipedia.org/wiki/Stephen_Covey) nel suo “Le sette regole per avere successo” e prova a metterti nei panni di te stesso alla fine dei tuoi giorni: cosa potrai dire della tua vita? Cosa potrai dire di aver saputo realizzare nella professione, nelle relazioni, nella famiglia?           Per cercare la motivazione giusta, comincia dalla fine: nessuno ha a disposizione un tempo infinito per diventare chi vuole essere davvero.

Dove puoi trovare la motivazione al cambiamento?

La motivazione per il cambiamento giunge dal bisogno di significanza, ovverodal bisogno che ciò che siamo e che facciamo sia significativo per noi stessi: questa è una buona notizia, anzi, buonissima! E’ buona perché questo carburante naturale della ricerca di significato ce l’abbiamo tutti, e basta solo fermarsi un momento ad ascoltare per trovare la spinta a diventare la miglior versione possibile di se stessi. 

Per ascoltare il proprio personale bisogno di significato  occorre fare silenzio: fare silenzio vuol dire sospendere il giudizio, soprattutto quello su se stessi.

Ma come si fa a trasformarsi profondamente?

Bisogna imparare a guidare. Già, bisogna saper guidare il proprio cervelloproprio come se fosse un’automobile, perché ci porti dove vogliamo andare. Questo è il passo più impegnativo e presuppone una conoscenza approfondita del proprio funzionamento, ma è una leva potentissima per il cambiamento personale.

Poter utilizzare le proprie emozioni a proprio vantaggio anziché lasciarsene influenzare significa disinserire il freno e premere sull’acceleratore del cambiamento e anche del successo.

E tu cosa ne pensi? Ti sono utili queste riflessioni? Lascia un commento, il tuo feedback è importante!